Astensione anticipata della maternità: novità dal decreto semplificazione, art. 15

Il D.L. semplificazioni ha introdotto novità in materia di interdizione dal lavoro per le lavoratrici madri, con particolare riguardo alle competenze del”organo accertatore e delle competenze dell’organo chiamato ad emettere il provvedimento finale.

Come sapete, l’astensione anticipata è un istituto, previsto dalla legge di tutela della maternità legge 1204 già nel lontano 1971 e confluita nel testo unico 151/2001, che consente alle lavoratrici di assentarsi dal lavoro:

  1. per motivi di salute
  2. oppure perché inserite in processi produttivi ritenuti pericolosi per la gravidanza senza la possibilità di essere spostate ad altre mansionie di rimanere a casa fino al raggiungimento del periodo di astensione obbligatorio (cioè fino al 7° mese di gravidanza) ricevendo una indennità economica Continua a leggere

Maternità, la copertura previdenziale fuori del lavoro

Con l’entrata in vigore del DLgs n. 151/2001, i periodi fuori dal rapporto di lavoro, corrispondenti a quelli di astensione obbligatoria e facoltativa per maternità sono riconoscibili a domanda mediante accredito di contribuzione figurativa alla sola condizione che il dipendente interessato possa vantare almeno 5 anni di contribuzione versata per effettiva attività lavorativa.

Continua a leggere