Circolare n. 70272 del 25 maggio 2015. Riforma sistema pensionistico e collocamenti in quiescenza anticipati

Riforma-sistema-pensionistico-Circolare 70272 del 25 maggio 2015

Per scaricare la circolare clicca sopra l’immagine

Ecco la circolare n. 70272 del 25 maggio 2015, esplicativa degli articoli 51 e 52 della l.r. 7 maggio 2015, n. 9 – Riforma del sistema pensionistico e collocamenti in quiescenza anticipati.

A mio avviso, e con l’impegno a essere piu preciso nei prossimi giorni, la richiesta di collocamento in quiescenza equivale a dimissioni volontarie.

Se non verrà modificata la norma specificando la possibilità di revocare l’istanza (di tale questione è stata investita l’Aran Sicilia), qualora nei prossimi mesi o anni dovesse intervenire un innalzamento dei requisiti anagrafici o contributivi a livello nazionale (come già avvenuto con la Monti-Fornero nel decreto cd. “salva Italia”), potrebbero crearsi nuovi esodati. Ripeto, questa è la mia opinione. Il mio suggerimento è quello di non essere precipitosi è attendere ulteriori chiarimenti prima di presentare la domanda.

La circolare contiene nella parte finale i modelli di istanza, diversi a seconda della tipologia, che dovranno essere utilizzati dai richiedenti.

32 thoughts on “Circolare n. 70272 del 25 maggio 2015. Riforma sistema pensionistico e collocamenti in quiescenza anticipati

  1. È talmente ingiusto quello che sta accadendo che la rabbia domina ogni capacità di giudizio, almeno per quello che mi riguarda.
    Ho una sola domanda: chi non andrà anticipatamente in pensione perderà i diritti acquisiti mentre quelli assunti dopo il 1985 ne vedranno riconosciuta una parte?
    Forse continuo a non capire niente ma sembra che la confusione sia resa ad arte

  2. La circolare era giusto e bello che uscisse.
    Ma, mi sembra che sia stata fatta di fretta ……. infatti da una prima e veloce lettura ci si accorge che a pagina tre si esplica che 97,3 vuol dire ….. 97 anni !!!!!!! 3 mesi e 18 giorni !!
    Ammesso che non io conoscessi l’esistenza degli ulteriori 18 giorni in più previsti dalla norma pre fornero, mi sembra di ricordare che se la pre Fornero è la Legge Sacconi questa prevede quali requisiti per il 2015 : 60 anni e tre mesi + 36 di contributi per una quota di 96 e tre mesi ovvero 61 anni e tre mesi con 35 anni di contributi sempre pari ad una quota di 96 e tre mesi.
    Mentre dal 2016 al 2018 le quote sono 60 anni più sette mesi con 36 anni di contributi, ovvero 61 anni e sette mesi con 35 anni di contributi, con una quota complessiva di 96 più sette mesi.
    Quindi il nostro 97 e tre mesi da dove scaturisce ???
    Che ci sia tra la Sacconi e la Fornero qualcosa di nuovo ?!!!!
    E questo è solo l’inizio. ho l’impressione che continuando a leggere la circolare ne usciranno altre di cose belle !!
    Spero di capirci qualcosa entro il 14/7/2015 !!!!!

  3. Ho un dubbio compiendo i 40 contributi il 31 luglio 2015, e presentando la domanda di pensione anticipata, c’è una circolare o un ufficio compete che potrebbe dirmi esattamente quanto sarà l’importo mensile della pensione che mi sarà liquidata? Grazie

  4. @Franco
    ti devi rivolgere al servizio gestione giuridica del tuo dipartimento.

  5. Gentile Dott. Mineo, le prospetto il mio problema: ho 63 anni compiuti a gennaio 2015 ed avrò 34 anni di servizio a settembre del 2015, ho l’invalidità all’80 % e la legge 104, posso andare in pensione nel 2015 ? la ringrazio per la sua disponibilità e competenza e Distintamente La Saluto

  6. @Piero Tocci
    purtroppo anche per te sono necessari 36 anni di contributi.

  7. ERRORE nella circolare

    Primo alinea pagina 2:
    “…, la seconda, per i servizi successivi, determinata con i criteri di calcolo del sistema retributivo.”.
    Non è vero, la normativa statale prevede che chi in possesso di 18 anni di contributi posseduti entro il 31.12.1995 mantinene la metodologia di calcolo col sistema retributivo fino al 31.12.2011. Poi dal 01.01.2012 si passa al sistema contributivo.

    Ditelo a Leotta e Giammanco di ripassare lo studio !!!

  8. Secondo me nessuno dovrebbe fare istanza di pensionamento, per almeno due motivi:
    1) non c’è nessuna chiarezza su quali saranno le condizioni del pensionamento (TFR compreso);
    2) per il gusto di vanificare buona parte di questa finanziaria.
    Infatti se nessuno presentasse l’istanza cosa succederebbe?

  9. L’unica certezza e’ che se non si fa domanda bisognera’ aspettare 42 anni e 6 mesi di contribuzione e si andra’ in ogni caso con il massimo della penalizzazione….

    per come sono state dettate le regole del gioco…….bisogna giocare obbligatoriamente!!

  10. Salve , una domandina per tutti : qualcuno ha fatto la simulazione del calcolo della pensione con la Legge attuale con il sito Miojob o Il Sole 24 Ore ( non so se sono affidabili al 100 % ) ma per curiosita’ fatelo. La prima anomalia con la Baccei e’ quella che il calcolo statale a parita’ di anni contributivi da in % di piu’ . Esempio : con 40 anni di contributi quello statale il 94 % e il Baccei 85% dello stipendio. A meno che da persona sbadata e non preparata la Baccei dia di piu’ e non lo vedo ? Ditemi

  11. Scusate dimenticavo basta fare semplicemente la ricerca con le parole : CALCOLO DELLA PENSIONE. Grazie

  12. Nella circolare risulta: ” Entrano nel contratto 1 gli immessi in ruolo successivamente all’ 11 maggio 1986 ai sensi delle leggi regionali n.39/1985 e n.53/1985″. Chi sono? E’ chiarita la posizione di chi era in servizio nello Stato nel 1985 e nel passaggio di ruolo questo servizio gli è stato riconosciuto per la progressione giuridica ed economica ai sensi delle leggi regionali n.11/88 e n.53/85? Gaspare Barraco.Marsala

  13. Dott. Mineo ai fini del prepensionamento vorrei sapere se l’invalidità all’80% e la legge 104 hanno effetto retroattivo o sono valide dal giorno del conseguimento?

  14. Buongiorno, Dott. Mineo sono una dipendente regionale, essendo prossima alla pensione non so come muovermi x quanto riguarda la domanda di presentazione, vorrei seguire il Suo suggerimento visto che questa finanziaria è piena di anomalie.

    La ringrazio x un Suo suggerimento.

  15. @gianna
    Chiama la segreteria Cobas (0916824399). Stiamo istituendo uno sportello di assistenza per i pensionandi.

  16. Gentilissimo dott. Benedetto Mineo,
    un funzionario dell’assessorato mi ha detto che per quanto riguarda il prepensionamento, la decurtazione del 10% o del 15% viene applicata anche ai dipendenti regionali “contratto 2” (equiparati già agli impiegati civili dello Stato). Vorrei chiederLE se questa affermazione è esatta.
    Grazie

  17. @Francesca
    Non è esatto.
    L’art. 51 comma 1 dice espressamente che “A decorrere dalla data di entrata in vigore della presente legge, al fine di armonizzare il sistema pensionistico regionale con quello statale, il calcolo della quota retributiva di pensione del personale regionale destinatario delle disposizioni di cui all’articolo 10, commi 2 e 3, della legge regionale 9 maggio 1986, n. 21 è effettuato in base alle
    norme relative agli impiegati civili dello Stato”.
    La norma è pertanto rivolta al personale regionale destinatario delle disposizioni di cui all’articolo 10, commi 2 e 3, della legge regionale 9 maggio 1986, n. 21 (contratto 1).

  18. Gentilissimo dott. Benedetto Mineo,
    La ringrazio per la Sua precisa e tempestiva risposta.

  19. Compio 66 anni il 10/08/2015 e secondo la norma devo andare in pensione il 01/12/2015,così mi è stato detto dalla Funzione Pubblica serv.XIII.Dato che non beneficio della recente normativa sui prepensionamenti ed ho 38 ,3 mesi ed alcuni giorni di servizio utile alla pensione,MI CHIEDO con QUALE TIPOLOGIA di CALCOLO VERRA’ DEFINITA la MIA PENSIONE.Dott. Giuseppe Entità,dirigente di II Fascia allaDtL di Catania

  20. nato 27/02/1955 Docente
    pre ruolo nello Stato dal 92 al 94
    pre-ruolo nella Regione dal 94 al 97
    Ruolo nella Regione dal 97 a tutt’oggi.
    Mi convìene fare la domanda per essere collocato in quiescenza dal 1° settembre 2020, semprecchè ne abbia i requisiti?.
    Grazie.

  21. @enzuccio
    La decisione è personale e il momento è particolarmente delicato. Qualsiasi consiglio può risultare sbagliato.

  22. il 2 gennaio 2018 accedo ai requisiti pensionistici con la legge della sig.ra…….. Fornero chiedo gentilmente se devo presentare la domanda di pensione entro l’11/11/2015.
    grazie di tutto

  23. @Paolo
    Non c’è bisogno.
    Ti assicuteranno in ogni caso anche se tu dovessi richiedere espressamente di restare. Vige il divieto di trattenimento in servizio.

  24. buona sera,come è possibile che ancora oggi ci siano delle categorie di lavoratori che hanno dei privilegi assurdi per andare a soli 51 anni di età in pensione,si tratta di lavoratori del settore minerario che pur non avendo svolto la mansione di minatore, ma svolgendo occasionalmente dei lavori di manutenzione all’interno della miniera,si vedano riconosciute le agevolazioni del comparto, questo potrebbe anche essere plausibile, la cosa più assurda e che per effetto di azienda in liquidazione,( che tra l’altro non ha mai prodotto niente di buono in quanto il carbone estratto non utilizzabile), gli venga riconosciuto il privileggio di uscita anticipata.
    come al solito in italia la bilancia non è mai la stessa

  25. In questi giorni è iniziata a sala d’Ercole il voto della manovra bis,oltre ai prepensionamenti sono state votate altre cose,tipo prestiti ai dipendenti regionali.PREPENSIONAMENTI .Fino al 2020 per molti lavoratori varrà ancora la cosiddetta quota 97 tra eta anagrafica ed anni di servizio.Poichè mia moglie,insegnante di scuola materna regionale compie 65 anni a giugno c.a. con 32 anni e sette mesi di servizio ,vale anche per lei la quota 97 ,e quindi al 31/08/2016 andare in pensione?o deve aspettare le vecchie norme 65 anni e sette mesi e quindi lasciare il servizio al 31/08/2017.

  26. @rosaria carrubba
    L’art. comma 9 della legge regionale uglio 2015, n. 12 (Modifiche alla legge regionale 7 maggio 2015, n. 9) così recita: Le disposizioni di cui agli articoli 51 e 52 della legge regionale n. 9/2015 si applicano anche al personale di ruolo, destinatario delle disposizioni di cui ai commi 2 e 3 dell’articolo 10 della legge regionale 9 maggio 1986, n. 21, degli istituti regionali d’arte e professionali, delle scuole materne regionali e delle soppresse scuole sussidiarie. http://benedettomineo.altervista.org/pubblicata-nella-gurs-la-legge-che-modifica-la-finanziaria-prorogato-da-60-a-180-giorni-il-termine-di-presentazione-delle-istanze-di-prepensionamento/

  27. Gent.mo Dott.Mineo,
    con la direttiva 12491 del 7.4.2016 il direttore del Fondo Pensioni ha disposto l’erogazione di un anticipo sulla pensione, per fronteggiare i ritardi (4-5 mesi) delle istruttorie per il conferimento del trattamento pensionistico.
    Di questo provvedimento il Cobas-Codir ne ha fatto una bandiera.
    Anch’io allora avevo plaudito perchè andavo in pensione il 15 maggio c.a. ed essendo monoreddito mi sentivo più tranquillo potendo accedere all’anticipo.
    Macchè! Oggi scopro che l’erogazione avviene dopo che al Fondo pensioni perviene la “scheda di decreto” ; ebbene, al mio Assessorato Beni Culturali questa scheda non sarà pronta prima di settembre, quindi fra 4 mesi.
    A questo punto mi chiedo: a cosa serve questo provvedimento?
    Cosa ha il Sindacato da sbandierare?
    Ma non sarebbe stato più logico erogare l’anticipo a seguito dell’emissione del decreto di cancellazione dal ruolo?
    La solita presa per il c…. i fondelli! Che delusione!!!!

  28. In merito al TFR desidero dei chiarimenti. Premesso che andrò in pensione (vecchiaia) a dicembre di quest’anno a 65 anni e 7 mesi (contratto 1 – prepensionamento – requisiti pre-Fornero) e che avrei maturato i requisiti nel dicembre 2017 (66 anni e 7 mesi), chiedo quando potrò beneficiare della “Buonuscita” considerato che l’articolo sul Giornale di Sicilia del 20/08/2016 mi ha messo dei dubbi.
    Ringraziando, porgo cordiali saluti.

  29. @Marcello Mazzanobile
    Nei prossimi giorni scriverò qualcosa sull’argomento

  30. Ciao Benedetto sono andato in pensione in data 01/08 volevo sapere per favore:
    1. Quanto tempo passa per ricevere la pensione,
    2. Quanto tempo devo aspettare per il tfr?
    Grazie in anticipo, cordiali saluti
    Giuseppe Lenzo

  31. @Giuseppe
    Tranne che per i colleghi dei beni culturali che hanno avuto tempi di risposta abbastanza lunghi, tutti gli altri nel giro di 2/3 mesi hanno ricevuto un assegno di pensione provvisorio in attesa dell’assegno definitivo con i relativi allegati.
    Per quanto riguarda la buonuscita, ne ho già parlato nelle scorse settimane. Il dipendente regionale è penalizzato rispetto allo statale per il quale il termine di 24 mesi decorre dalla data del pensionamento. Per il dipendente regionale il termine decorre dalla data in cui si consegue il requisito fornero (66 anni e 7 mesi o 42 anni e 11 mesi di contributi).

Comments are closed.