La Consulta boccia il referendum sull’articolo 18. Ma via libera ai quesiti su voucher e appalti

Di Jastrow (Opera propria) [Public domain], attraverso Wikimedia CommonsIl referendum sull’art. 18 non si farà: la Corte Costituzionale ha dichiarato inammissibile il quesito. Il referendum proposto dalla Cgil puntava ad abrogare le modifiche apportate dal Jobs Act allo Statuto dei lavoratori e a reintrodurre i limiti per i licenziamenti senza giusta causa. Via libera invece ai quesiti sui voucher e sulla responsabilità in solido appaltante-appaltatore.

5 thoughts on “La Consulta boccia il referendum sull’articolo 18. Ma via libera ai quesiti su voucher e appalti

  1. Che c..ta! Si spenderanno lo stesso i soldi per il Referendum, ma non per l’art.18, solo per gli altri due quesiti. Milioni di firme umiliate. Ing.Gaspare Barraco.Marsala.

  2. dott. Mineo, ma di contrattazione alla f.p. non si parla?

  3. @asterix
    Mancano ancora le risorse aggiuntive concesse dall’Aran.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *