La mobilità bloccata da sindacalisti e beneficiari di legge 104 inamovibili? Le cose non stanno proprio così

repubblica-del11-gennaio-2017-2800-sindacalisti-inamovibili

Repubblica dell’11 dicembre 2017. Per scaricare l’articolo dal sito dell’Ars, clicca sopra l’immagine

La mobilità bloccata da sindacalisti e beneficiari di legge 104 inamovibili?

A volte la realtà è diversa da come ci viene narrata. Tante volte, ahimè, ci si limita all’aspetto esteriore del problema senza esaminarne la vera causa. L’articolo, in sostanza, partendo da un database non aggiornato, si limita a riportare le dichiarazioni del dirigente generale della funzione pubblica e dei rappresentanti di alcune sigle sindacali e giunge alla conclusione che su 15 mila regionali, circa 6 mila sono inamovibili, suscitando la legittima indignazione del lettore poco attento.

In attesa dell’aggiornamento del database, dando per scontato che i numeri siano corretti, la domanda che dovrebbe nascere spontanea sia da parte del giornalista che da parte del lettore più attento sarebbe una sola: ma l’amministrazione ha mai effettuato la rilevazione dei fabbisogni per ciascun dipartimento?

Ciascun dipartimento ha mai stabilito qual’è la propria pianta organica? Ovvero di quante unità di personale, suddiviso per ciascuna categoria, necessita per potere funzionare?

Esiste un qualche documento che metta nero su bianco l’esubero di personale per i dipartimenti X, Y e Z e la carenza di personale per i dipartimenti α (alfa), β (beta) e γ (gamma)?

Se questo piano non esiste, in base a quale criterio il personale (parlo genericamente di tutto il personale, al di là dei benefici di legge) dovrebbe trasferirsi da un dipartimento all’altro? A occhio?