Stop alle visite fiscali per i dipendenti pubblici. Mancano i soldi

L’Inps è in crisi e per questo motivo sono state sospese tutte le visite fiscali d’ufficio per i dipendenti della pubblica amministrazione. La decisione è stata comunicata in una circolare rivolta ai medici denominata “Temporanea sospensione delle procedure riguardanti le visite mediche di controllo” ed è stata presa al fine di raggiungere l’obiettivo di 500 milioni di risparmi sul bilancio 2013, previsto dalla legge di stabilità.

4 thoughts on “Stop alle visite fiscali per i dipendenti pubblici. Mancano i soldi

  1. E dov’è il problema? Con tutti i medici che ci sono nelle Asp, tutti possibili comandati verso uffici dipendenti direttamente dall’assessorato alla Salute, ci possiamo organizzare in maniera “autonoma”…..

  2. sono medico:le visite fiscali sono inutili.E’ giusto abolirli. Per risparmiare abolire le commissioni invalidi civili veri comitati d’affari e dare un contributo “di cittadinanza”a prescindere.

  3. Hanno ripreso a farle i medici delle ASP a seguito di apposita convenzione.
    Anzi, una recente direttiva del DG Giammanco impone ai dirigenti responsabili di strutture regionali la richiesta di visita fiscale tutte le volte che un dipendente si assenta nelle giornate di lunedì e venerdì.
    Il mercoledì, tuttora “picco” per le assenze a vario titolo, sembra essere stato risparmiato.
    Per la cronaca, una visita fiscale costa all’amministrazione regionale circa 40 euro……

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Current ye@r *