LA LETTERA DI MONTI A D’ALIA SUL DECRETO-STABILIZZAZIONI

LE SCOPERTURE DI ORGANICO VANNO COPERTE CON IL TRASFERIMENTO DI LAVORATORI DAGLI UFFICI DOVE ESSI SONO TROPPI – NON SI COMBATTE IL PRECARIATO NELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE CON I CONCORSI RISERVATI E CON LA PROROGA DELLE VECCHIE GRADUATORIE.

Lettera inviata il 4 settembre 2013 dal presidente di Scelta Civica Mario Monti al ministro della Funzione pubblica Gianpiero D’Alia, in riferimento al decreto-legge 31 agosto 2013 n. 101, contenente disposizioni in materia di stabilizzazione di dipendenti precari delle amministrazioni pubbliche e di proroga dell’obbligo per queste di attingere per le nuove assunzioni dalle graduatorie di concorsi celebrati negli anni passati.

Caro Ministro,

rispondo alla tua lettera del 28 agosto scorso. Devo dirti che la lettura del decreto-legge n. 101, presentato oggi al Senato per la conversione in legge, non dissolve le perplessità che avevo incominciato a nutrire a seguito delle anticipazioni che di questo decreto erano state fatte nei giorni scorsi, anzi semmai ne aggiunge di nuove…..continua a leggere….

La spending review di Monti? Un vero e proprio fallimento

Sarà che in Italia di solito le leggi vengono approvate e poi restano sulla carta, o forse che esistono troppi organi in grado di fermare l’efficacia di una norma anche faticosamente adottata. Resta il fatto che, a un anno di distanza, la spending review di Mario Monti può trarre ilbilancio di un vero e proprio fallimento, almeno nel ramo della pubblica amministrazione.

Monti: “aumentare l’età pensionabile”. Poi smentisce

“La riforma Fornero non basta. C’è la necessità di aumentare l’età pensionabile effettiva, e garantire nel tempo l’equilibrio dei sistemi pensionistici pubblici nonostante il progressivo invecchiamento del Paese e le ricadute che ciò comporta sul mercato del lavoro”. Queste le parole pronunciate a Milano dal premier Mario Monti, leader del polo centrista, secondo il quale occorre “interrompere la consuetudine di ricorrere alle pensioni di anzianità”. Affianco a questa proposta, si legge nel programma per il welfare, “si affianca l’istituzione dell’Aspi (assicurazione sociale per l’impiego) cioè un trattamento di disoccupazione di livello europeo (70% dell’ultima retribuzione) universalmente applicabile a tutti i lavoratori dipendenti”.

Altro che aumenti contrattuali. Ecco l’agenda Monti. Tagliare gli stipendi pubblici e ignorare le famiglie monoreddito

Monti parla di tagliare gli stipendi pubblici. Ma, ovviamente, non si riferisce al suo o a quello dei suoi amici.

Verso le elezioni politiche. A proposito del professor Monti (continua…..)

In questa campagna elettorale il primato delle invenzioni non è più di Berlusconi. Ci dispiace per il Cavaliere, ma c’è qualcuno che sta dimostrando di essere più bravo di lui a raccontare le favole: si tratta di Mario Monti e della sua ‘Agenda’.

Verso le elezioni politiche. A proposito del professor Monti (continua…..)

L’enciclopedia online Wikipedia cancella la citazione dei collegamenti del premier al Gruppo Bilderberg e Trilaterale ed elimina i riferimenti ai risultati economici negativi del governo dei tecnici. Il Sole24Ore critica il Prof e viene zittito. Ecco il regime strisciante….

Verso le elezioni politiche. Lui è peggio di me

Il titolo del post ricorda un film-commedia diretto da Enrico Oldoini nel 1984, con Adriano Celentano e Renato Pozzetto. Ma oggi c’è poco da stare allegri!

Monti

Monti “salito” in politica ne ha per tutti. “Vendola, Fassina e la Cgil hanno ostacolato la riforma del lavoro” – “Brunetta sta portando, con l’autorevolezza del professore di una certa “statura” accademica, posizioni estreme e settarie”.

Alla faccia della sua collocazione liberale e moderata……

Riguardo alla crisi dice che verrà superata nel 2013 (?) riducendo le tasse sul lavoro e la spesa pubblica (più probabile con l’entrata in scena del “deus ex machina”, aggiungo io). Come fa a vedere la luce è tutto da scoprire.

  1. La salita in campo di Mario Monti
  2. QUEL SOFISTA DI MONTI E L’IGNORANZA INTERESSATA DEI POTERI FORTI
  3. Monti: Pd e Pdl taglino le ali estreme
  4. Monti, il tecnico che diventa politico e che attacca tutti
  5. Monti attacca Fassina: Bersani lo silenzi
  6. Crisi: Monti, luce piu’ vicina
  7. Monti: l’uscita dal tunnel è vicina
  8. Mario Monti: Riforme Economiche E Politiche. E Sì, Usciremo Dalla Crisi
  9. Mario Monti: destra e sinistra sono superate (parola di un conservatore che non ha letto Bobbio)
  10. Le riforme di Monti: “Ridurre tasse sul lavoro e la spesa pubblica”
  11. Landini: “Da Monti idee antidemocratiche. Vorrebbe sostituire Berlusconi”

Berlusconi

Su Berlusconi dopo il ventennio non c’è altro da aggiungere.

  1. Berlusconi: “Monti non è credibile, il mio avversario è Bersani” (VIDEO)
  2. Crisi: Berlusconi, Monti appiattito su Germania, io ho difeso Italia
  3. Berlusconi: “mi sento anti-politico, unto si’ ma da popolo”
  4. Berlusconi, accordo con la Lega? Pronto a fare il ministro
  5. Berlusconi: con l’austerity del Professore più criminalità
  6. Berlusconi: Monti è un professore con lo stipendio sicuro
  7. Berlusconi ancora all’attacco: «Meglio votare Pd che il “centrino”»
  8. Berlusconi attacca: «Monti sale in politica perché di rango inferiore, io superiore»

Verso le elezioni politiche. Monti e Berlusconi. Attenti a quei due

  1. Monti su Twitter: saliamo in politica
  2. Monti in conferenza stampa: “Pronto a premiership con chi sostiene la mia agenda”. Attacca Pdl e Berlusconi: “Fatico a seguire suo pensiero”. Stoccate anche a Cgil e Vendola
  3. Berlusconi: “Mi spiace che Monti non capisca la mia linearità di pensiero”
  4. Berlusconi-show a Studio Aperto: «Monti ha fatto solo disastri»
  5. Berlusconi: sbagliata la cura del Professore

Ma nonostante tutto i due si scambiano pure gli auguri.

Verso le elezioni politiche. Monti candidato a “trasi e nesci”

Non si schiera con nessuno, ma sarà un punto di riferimento per alcune liste anche in campagna elettorale.
L’Agenda ha una funzione di aggregazione per liste e partiti che vogliano presentarsi alle elezioni nel nome di Monti.
“Cambiare l’Italia, riformare l’Europa, per un impegno comune”. Questo è il manifesto programmatico che si trova sul sito www.agenda-monti.it.
Ecco i principali contenuti dell’agenda Monti.