Crea sito

Ars, sì alla legge sulla Formazione. Ecco le novità

Il testo prevede anche la divisione del dipartimento dell’Istruzione e della formazione. Nasceranno due strutture una competente per la Formazione professionale e un’altra competente per l’Istruzione, l’Università e il Diritto allo studio. Per questo l’Ars ha appostato 200mila euro così da consentire l’assegnazione del nuovo incarico di Dirigente generale. Il passaggio d’attribuzione dei poteri dell’autorità di gestione dei fondi europei invece sarà attribuita con decreto dell’Assessore alla formazione dopo che i dirigenti generali dei due dipartimenti si accorderanno sulla ripartizione del personale e delle risorse logistiche.

Comunicato stampa. Regione, i sindacati: “Riparte la stagione contrattuale”

Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl, Cobas/Codir, Dirsi, Sadirs e Ugl Sicilia: “La stagione contrattuale riparte grazie all’input dell’assessore Grasso e alla nostra azione coordinata”


“Dopo le nostre sollecitazioni e con l’impulso dato dall’assessore regionale alla Funzione pubblica Bernardette Grasso all’Aran regionale riparte in Sicilia la stagione contrattuale, che dovrà necessariamente portare alla riclassificazione di tutto il personale regionale e al rinnovo del contratto della dirigenza, che sconta ancora ritardi ormai inaccettabili. I lavori della Commissione paritetica dovranno partire al più presto, così come auspicato anche dal governo Musumeci, con l’obiettivo di superare nel 2020 il rigore degli attuali stanziamenti di bilancio. Una promessa che Grasso ha fatto anche pubblicamente intervenendo a una delle nostre assemblee sindacali indetta durante il periodo di mobilitazione. Concludiamo, affermando con soddisfazione che l’azione coordinata di quasi tutte le organizzazioni sindacali – a eccezione di quelle che oggi, nonostante i fatti le smentiscano, provano a intestarsi vittorie alle quali non hanno contribuito se non con la chiusura netta al dialogo – continua a produrre risultati. Continueremo a lavorare incessantemente come abbiamo fatto sino a oggi fino a quando tutte le legittime aspettative dei lavoratori non saranno soddisfatte”. A dirlo le organizzazione sindacali Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl, Cobas/Codir, Dirsi, Sadirs e Ugl della Sicilia, commentando la nota che l’assessore Grasso ha inviato all’Aran regionale ieri, 26 novembre 2019.