Crea sito

Istruzioni per lo svolgimento delle prove di cui alla procedura formativa per l’attribuzione della PEO

E’ stato pubblicato nella pagina “Progressione conomica Orizzontale” il D.D.G. 1852 del 4 Giugno 2021 e il relativo allegato che fissa la data per lo svolgimento della prova per l’attribuzione della PEO.
Le prove d’esame si svolgeranno con le modalità indicate nelle istruzioni dall’8 giugno al 30 giugno 2021.
È prevista una sessione di recupero nel mese di luglio per chi, per giustificati motivi documentati, è stato impossibilitato a partecipare alle prove nel periodo sopra indicato.

Le prove potranno essere svolte nel giorno e nell’ora prescelta dal dipendente già registrato, senza necessità di prenotazione, nell’arco delle 24 ore utilizzando un qualsiasi PC dotato di webcam, esclusi tablet e smartphone.

A qualcuno non piace Smart: il lavoro agile nella PA all’epoca di Brunetta

L’attuale reggitore delle sorti della PA, Renato Brunetta, non è sembrato da tempo un convinto assertore della modernizzazione dell’apparato pubblico intorno al principio del lavoro a distanza, sebbene abbia reso “omaggio” all’esperienza effettuata negli uffici pubblici da un anno a questa parte.

La realtà è che lo schieramento politico che sostiene questo governo dei poteri forti si divide tra un’ala innovativa o “digitale”, si fa per dire ovviamente, (M5S, ma anche il PD) che vede nel lavoro a distanza uno strumento di modernizzazione del lavoro pubblico e un’ala conservatrice (Lega e Forza Italia) che non ama questo strumento e che al momento ha trovato molto utile dal punto di vista dei consensi gettare il mito dello smart working in pasto a una piccola borghesia di commercianti e ristoratori frustrati dalla crisi economica indotta dalla pandemia e rancorosi nei confronti di quelli che credono essere dei nullafacenti.

 

Green pass: le Regioni non devono violare la normativa sulla privacy

Green pass: no a iniziative locali delle Regioni che violano la normativa privacy. Il Garante invia un avvertimento formale alla Regione Campania.


Il Garante per la protezione dei dati personali ha adottato un provvedimento con il quale ha “avvertito” formalmente la Regione Campania che il sistema di certificazione di avvenuta vaccinazione, guarigione o negatività – promosso dalla Regione come condizione necessaria per la fruizione di innumerevoli servizi come quelli turistici, alberghieri, di wedding, trasporti e spettacoli – viola la normativa sulla privacy.

Il sistema è previsto da un’ordinanza del Presidente della Campania che demanda all’Unità di crisi regionale la definizione delle modalità operative e la distribuzione di smart card su cui saranno registrati i pass Covid regionali.