Crea sito

Ipotesi di progetto obiettivo per il personale assegnato al Dipartimento Regionale Ambiente. Ma, alla Funzione Pubblica si è parlato d’altro

Sull’assegnazione di personale al Dipartimento Regionale Ambiente l’Amministrazione va avanti per la sua strada.

Dopo avere trasferito (temporaneamente?) 21 architetti in assenza di criteri concertati con le OO.SS., nelle more dell’assegnazione delle altre figure mancanti (geologi, chimici e ingegneri), l’amministrazione ha presentato ai sindacati una ipotesi di progetto obiettivo.

Ma, in realtà, alla Funzione Pubblica, nella riunione del 28 marzo si è parlato d’altro.

Alcuni sindacati hanno “dirottato” la riunione sul tema della sottoscrizione del verbale della riunione dell’11 febbraio scorso, cui, GIOVA RICORDARE, avrebbe dovuto essere allegato uno “schema tipo” di circolare contenente i criteri relativi alla mobilità interdipartimentale.

Proprio la mancanza dell’allegato, che avrebbe dovuto costituire “l’informativa” vera e propria, è stato, a suo tempo, il motivo della non sottoscrizione di suddetto verbale da parte di Cobas/Codir e Sadirs.

Tornando al progetto obiettivo, di esso se ne discuterà presumibilmente il 5 aprile p.v., ma, ad un primo esame e, in attesa di un approfondimento anche con i soggetti interessati, sembrerebbe inaccettabile.

Articoli correlati.

  1. Assegnazione di personale al Dipartimento Regionale Ambiente. Se n’è parlato ieri alla Funzione Pubblica
  2. Rotazioni. Il giudice del lavoro rigetta anche il ricorso del Cobas e del Sadirs cui ha aderito anche la CGIL
  3. Rigettati i Ricorsi ex art. 28 sui trasferimenti illegittimi. Ancora una volta la “giustizia” siciliana non è una scienza esatta!
  4. Rotazioni. Ricorso ex art. 28. Cobas e Sadirs presentano opposizione contro il provvedimento del Giudice
  5. Ecco il verbale su cui il Giudice del Lavoro avrebbe fondato parte della propria motivazione

Pubblicato da benedettomineo

Dirigente sindacale Cobas/Codir