Crea sito

Fondo Pensioni. Il grande bluff degli immobili. Nominata la commissione che stabilirà il valore degli edifici. Ma i membri rappresentano solo il governo

Adesso la partita degli immobili può cominciare per davvero: l’assessore all’Economia Gaetano Armao, nei giorni scorsi, ha nominato la commissione trilaterale che si occuperà della “valutazione effettiva delle quote” pari al 35% del “capitale netto del Fiprs”, ad oggi intestate alla Regione. E che la stessa Regione, ripescando una norma inserita in Finanziaria dal governo Crocetta nel 2017, intende rifilare al Fondo Pensioni dei dipendenti regionali, controllato da Palazzo d’Orleans, allo scopo di fare cassa.

Pubblicato da benedettomineo

Dirigente sindacale Cobas/Codir

Una risposta a “Fondo Pensioni. Il grande bluff degli immobili. Nominata la commissione che stabilirà il valore degli edifici. Ma i membri rappresentano solo il governo”

  1. Organizzate una manifestazione del personale regionale appartenente al Contratto 2, cioè coloro i quali sono equiparati al trattamento statale, sono loro i diretti interessati.
    Il Fondo Pensioni gestisce i contributi previdenziali solo di costoro per poi erogare Pensioni e trattamento fine rapporto per il personale contratto 2.
    Nel prossimo futuro sono a rischio le loro Pensioni.
    I colleghi del contratto 1 gravano interamente sul Bilancio Regionale, in quanto come ben sapete il vecchio Fondo Quiescenza che raccoglieva i nostri contributi, è stato già azzerato molti anni fa.
    Tanto è vero che, ogni fine mese il dipartimento della Funzione Pubblica gira al Fondo Pensioni l’ammontare necessario al pagamento delle Pensioni al personale del contratto 1.
    Cari Sindacati cercate di ostacolare quest’altra operazione dai risvolti oscuri. Oggi il mercato immobiliare non è più un ottimo investimento come una volta.
    Perché invece non erogano prestiti senza limitazioni di numero a tutti i dipendenti ad un tasso leggermente inferiore delle finanziarie?
    Il ritorno sarebbe certamente più remunerativo e certamente senza rischio di perdita per il Fondo.

I commenti sono chiusi.