In Germania guai a parlare di obbligo vaccinale

In germania il green pass all’italiana è completamente sconosciuto e guai a parlare di obbligo vaccinale.

Sarà perché in Germania ormai sono tutti vaccinati? No, anzi: “solo” il 62,7% della popolazione è completamente immunizzato, contro il 68% di quella italiana. Allora forse in Germania non esistono no-vax? Falso anche questo, come dimostrano le manifestazioni (ben più frequentate degli sparuti drappelli di no-vax italiani) che hanno invaso Berlino, Stoccarda, Monaco, Amburgo e tante altre città. Allora si vede che in Germania ci sono meno casi, meno contagi e dunque il problema è percepito come meno urgente? No, anche su questo i numeri non mentono: secondo i dati più recenti, l’incidenza settimanale in Germania è di 76,3 casi per 100.000 abitanti contro i 64 dell’Italia. Forse che la legge tedesca non consente l’introduzione di un obbligo? Sbagliato: anche la legge fondamentale della Repubblica Federale – seppur in modo meno esplicito dell’art. 32 della Costituzione Italiana – riconosce la possibilità di introdurre un obbligo di vaccinazione per le categorie a rischio (che, in astratto, potrebbero anche coincidere con l’intera popolazione).

Insomma, o la Germania sta commettendo un azzardo spaventoso, oppure in Italia regna una psicosi collettiva.

Pubblicato da benedettomineo

Dirigente sindacale Cobas/Codir

Una risposta a “In Germania guai a parlare di obbligo vaccinale”

  1. Il vizio di guardare quello che fanno gli stranieri senza valutarne le differenze è nel DN.A dell’italiano.
    In germania esistono asili nido tali da sgravare il peso delle famiglie che grazie alla possibilita’ di lavoro, lavorano entrambi i coniugi.
    In germania il reddito procapite e piu’ alto rispetto a quello italiano.
    In germania se uno si reca in un ufficio riceve assistenza e competenza.
    In germania il reddito di cittadinanza e’ veramente tale ,non è un sussidio a vita, come in italia che avrebbe dovuto creare posti di lavoro. ( a vero lo hanno trovato solo i navighetor )
    In germania o si apre per tutti indistintamente o per nessuno, senza prendersela solo con i soliti ( bar,ristoranti, palestre,cinema- mentre gli alberghi sono pieni di persone senza l’obbligo del gree
    npass, anche dentro i loro ristoranti, dove si balla anche abbraciati fianco a fianco.
    In germania non credo che ci siano tutte le aziende fallite che ci sono in italia.
    Se volete parliamo della Francia, inghllterra, stati uniti. Guardiamo come dicevano i nostri nonni la nostra gobba e non quella degli altri, non esiste l’europa unita ed paritaria nei diritti e nei doveri, siamo troppo diversi geneticamente e culturalmente. Gli stati uniti sono tali perche’ nati da popoli non autoctoni, che hanno creato una societa’ nuova con l’intento di creare la vera democrazia.
    La nostra esiste solo nelle carte costituzionali ma non nell’effettiva gestione dei popoli, da sempre dominate da monarchie, dittature, finti parlamenti pseudo democratici, che vanno solo a colpi di fiducia, con una opposizione che vota sempre contro, tanto sa’ che la legge passa lo stesso, senza sporcarsi le mani,.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *