Musumeci afferma che la situazione finanziaria della Regione è grave. Crocetta e Baccei hanno dichiarato di avere risanato i conti

Nello Musumeci, da stamattina ufficialmente presidente della Regione, tra i suoi primi atti sarà quello di andare in Aula per chiedere la approvazione dell’esercizio provvisorio. “Abbiamo fatto il punto della situazione con il ragioniere generale della Regione e con l’assessore designato all’Economia Gaetano Armao: la situazione finanziaria è assai grave – ha detto ai giornalisti subito dopo la cerimonia di insediamento a Palazzo d’Orleans -, spero in un esercizio provvisorio per non oltre due mesi”.

Crocetta, nella lettera indirizzata a tutti i dipendenti regionali, aveva dichiarato che i conti della Regione sono in ordine. Anche Baccei aveva dichiarato di avere risanato il bilancio. Dove sta la verità?

Precedente In pensione a 67 anni, record Ue. Gli italiani si godono l’assegno previdenziale per 3 anni in meno rispetto alla media Ue Successivo Armao: inevitabile l'esercizio provvisorio. Ma stipendi garantiti

3 commenti su “Musumeci afferma che la situazione finanziaria della Regione è grave. Crocetta e Baccei hanno dichiarato di avere risanato i conti

  1. Romeo il said:

    Da precisare, inoltre, che i dati su cui si fondano le due opposte versioni sono i medesimi, in quanto forniti dallo stesso Ragioniere Generale…..

  2. Carmelo il said:

    E te pareva chiunque arriva mette le mani avanti con il disastro finanziario e chi ci rimette sempre i lavoratori

  3. paolo 65 il said:

    SE la situazione dei conti regionali è cosi’ grave, perche’ musumeci come primo intervento non blocca la vergogna dell’erogazione di 37.000,00 euro ai 54 deputati uscenti.?
    Siamo alle solite scarichiamo le colpe ai predecessori per non fare niente ed incassarsi cinque anni di megastipendi e nuovi vitalizi.
    Quando ci sveglieremo ed invece di non andare a votare il 53% non andiamo tutti 3.000.000 o quanti siamo, sotto il palazzo delle vergogne e senza violenza ma solamente con un calcio in culo li mandiamo a casa?
    Il voto non ha piu’ senso, poichè non c’e nessuna quota da raggiungere, anche se andasse a votare il 10% loro raggiungerebbero lo stesso le poltrone.

I commenti sono chiusi.