Crea sito

Green pass obbligatorio per i dipendenti pubblici? Per ora si decide sugli insegnanti, ma la discussione sui dipendenti pubblici è aperta

Il ministro azzurro Renato Brunetta propone di estendere il green pass obbligatorio alla Pubblica amministrazione: “FI è per l’obbligo vaccinale per gli insegnanti, ad esempio, che io estenderei per legge ad altri: a chi fa front office nella pubblica amministrazione e a chi lavora nei servizi pubblici”.

Proposta di aggiornamento del sistema di misurazione e valutazione della performance per l’anno 2022

Ai sensi e per gli effetti dell’articolo 4 del vigente CCRL del comparto non dirigenziale e dell’articolo 9 del CCRL del personale con qualifica dirigenziale si fomisce l’informazione preventiva concernente I’aggiornamento del sistema di misurazione e valutazione della performance per I’anno 2022 elaborata sulla base delle raccomandazioni del parere obbligatorio e vincolante reso dall’OIV con nota n. 1203 del 18/12/2020
ai sensi dell’art.7 del d.lgs. n. 150/2009 sull’aggiornamento per l’anno 2021 adottato con D.P.Reg. n. 44 del l5/01/2021 nonchè degli esiti del confronto con le OO.SS. per 1o stesso documento.
In particolare le modifiche introdotte nello schema allegato sono le seguenti:

  • Modalità di coinvolgimento degli stakeholder per la valutazione della performance organizzativa (parere OIV);
  • Attribuzione del punteggio relativo al comportamento organizzativo dei dirigenti apicali (parere OIV e note metodologiche);
  • Tabella relativa al parametro di mitigazione perfonnance organizzativa del comparto non dirigenziale (parere OIV e richiesta da parte delle OO.SS).
  • Procedura di conciliazione e soggetto terzo (parere OIV e richiesta da parte delle OO.SS).
  • Declaratorie per la valutazione del comportamento organizzativo del comparto integrate per la modalità di misurazione del lavoro agile sulla base delle linee guida sul piano organizzativo del lavoro agile (POLA) e indicatori di performarice – dicembre 2020 emanate dal Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Delle stesse declaratorie e stata modificata la grafica per semplificazione e per rendere la lettura più fluida (parere OIV).
  • Ipotesi di valutazione in caso di malattia da discutere con le OO.SS. (criticità rilevata in sede di applicazione del SMVP).
  • Proposta di un paragrafo ftnalizzato all’individuazione di criteri”finalizzati a rendere maggiormente trasparente l’attribuzione del punteggio relativo al comportamento organizzativo anche per i dirigenti non apicali (per omogeneità ai dirigenti apicali).

Proposta aggiornamento sistema misurazione e valutazione performance anno 2022

Pagelle agli statali per garantire la qualità dei servizi. Più tutela ai cittadini voti e sanzioni ai dirigenti

Pubblica amministrazione, più tutela ai cittadini: gli utenti potranno dare i voti ai dirigenti. La novità in un emendamento approvato al decreto su semplificazioni e governance. Tagli di stipendio e multe ai funzionari che si rifiuteranno di rilevare il gradimento. Il governo potrà nominare commissari per sostituire i “burocrati” contro il piano.

La norma è passata, fino a questo momento, inosservata. Due sole righe inserite nel decreto sulle semplificazioni e la governance del Recovery Plan che, in qualche modo, potrebbero cambiare il rapporto tra i cittadini e la Pubblica amministrazione. Dal momento in cui il decreto sarà convertito in legge (per ora è stato approvato alla Camera e ora arriverà al Senato in un testo considerato ormai blindato), i dirigenti pubblici dei singoli uffici dovranno non solo offrire online tutti i loro servizi, ma saranno anche obbligati a «consentire agli utenti di esprimere soddisfazione per i servizi in rete». Il sistema che viene in mente è un po’ quello a cui tutte le piattaforme, da quelle di consegna del cibo a domicilio fino a quelle di pagamento, hanno abituato i consumatori. Ossia la possibilità di dare un “voto” normalmente espresso in stelle da uno a cinque per il servizio ricevuto.

Contratto statali, «aumenti di stipendio e carriere più rapide». Nascerà un’area per le alte professionalità. Il 50% dei quadri sarà interno.

Stipendi più simili a quelli dei dirigenti che dei funzionari. Con una parte della retribuzione legata ai risultati e alle posizioni di responsabilità occupate. Sul tavolo del rinnovo del contratto degli statali il governo, per il tramite dell’Agenzia Aran, mette la nascita di una quarta area, per ora non battezzata con nessun nome, ma che assomiglia molto a quella dei “quadri” del privato. Secondo la bozza presentata ieri dal presidente dell’Aran, Antonio Naddeo, ai sindacati, in questa quarta area entreranno persone con competenze, si legge nel documento, “altamente specialistiche”.

La proposta di Confindustria: Dipendenti vaccinati o a casa senza stipendio. Landini la boccia. “Spero sia un colpo di caldo”

Il green pass per contrastare la ripresa dei contagi non divide solo il governo, ma mette in subbuglio anche le associazioni di categoria, già sensibilizzate per le polemiche sullo stop ai licenziamenti tranne in tre comparti. Con una mail interna, nei giorni scorsi la direttrice generale della confederazione degli imprenditori, Francesca Mariotti, ha scritto alle imprese associate per informarle delle interlocuzioni avviate con il governo, basate sulla possibilità di richiedere ai dipendenti il certificato verde digitale Covid-19 al fine di garantire la salute dell’ambiente di lavoro.

E nel caso in cui il dipendente non l’avesse, potrebbe essere cambiato di mansioni oppure sospeso con effetti sulla retribuzione.


Green Pass Obbligatorio: ecco tutte le novità per gli italiani annunciate da Draghi

Green Pass Obbligatorio: ecco tutte le novità per gli italiani annunciate da Draghi

Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera al nuovo decreto legge Covid.

E dunque il presidente del Consiglio Mario Draghi, parlando in conferenza stampa dopo il Consiglio dei ministri, ha parlato dunque degli obblighi legati al green pass e dei nuovi parametri per definire le zone di colore in Italia.

Con i vecchi parametri, ha sottolineato, molte regioni passerebbero di nuovo in zona gialla, invece così restano in zona bianca.


La proposta di Confindustria: Dipendenti vaccinati o a casa senza stipendio. Landini la boccia. “Spero sia un colpo di caldo”

Infortunio in itinere: cos’è, in quali casi l’INAIL lo indennizza

Infortunio in itinere: cos’è, in quali casi l’INAIL lo indennizza e in quali invece non riconosce l’indennizzo al lavoratore infortunato?

L’infortunio in itinere è l’incidente che si verifica durante il tragitto casa-lavoro e a causa del quale il lavoratore riporta lesioni, che vengono indennizzate dall’INAIL con il riconoscimento di una somma capitale o di una rendita (in base alla gravita delle lesioni), in presenza di determinate condizioni. Questo perché l’infortunio che si verifica nel tragitto suddetto e in quelli che andremo ad analizzare è considerato come evento verificatosi “in occasione” del lavoro.

Sicilia, no della Corte dei conti all’aumento per i dirigenti regionali

La Corte dei Conti boccia il rinnovo del contratto dei dirigenti della Regione, che alla fine dell’anno scorso aveva assegnato a 1.630 persone un aumento medio che arrivava fino a 209,92 euro mensili, con picchi di 221 per i dirigenti di prima fascia. Secondo i giudici contabili, infatti, non ci sono “le condizioni di compatibilità finanziaria ed economica con gli attuali strumenti di programmazione e di bilancio della Regione siciliana”. In altre parole i soldi non bastano.

Oggetto: D.D.G. N. 2713/2021 del 12 luglio 2021. Bando attribuzione PEO 2019 – Richiesta chiarimenti e integrazioni

Con il D.D.G. indicato in oggetto è stato approvato il bando per l’attribuzione della PEO 2019.
L’articolo 3 del sopra citato decreto prevede una procedura di compilazione ed invio della domanda di partecipazione alla selezione esclusivamente in via telematica.
Dopo l’accesso al sistema per mezzo di credenziali SPID è possibile visualizzare i dati precaricati, e non modificabili, relativi all’anzianità nella posizione ed all’anzianità di ruolo presso l’Amministrazione.
Per quanto sopra, in relazione al personale ex contrattista si chiede di volere chiarire preliminarmente che la data di anzianità nella posizione decorre dal 1° gennaio 2008 (data di attribuzione della Peo prevista dall’Accordo sindacale ai sensi dell’art. 89, comma 3 del CCRL per il Comparto non dirigenziale – accantonamento quote Famp 2008) attribuendo 1 punto per ogni anno o frazione a partire da suddetta data. Ciò al fine di evitare che un notevole numero di segnalazioni di anomalie all’indirizzo indicato sul bando ([email protected]) possa avere pesanti ricadute sulle procedure di redazione delle graduatorie.
Le scriventi OO.SS. inoltre, in riferimento a quanto previsto all’art. 5 (formulazione e approvazione graduatoria finale) del sopra citato bando, al fine di evitare innumerevoli contenziosi, chiedono alla S.V. di volere riconsiderare la parte in cui il bando prevede l’esclusione dalla graduatoria finale dei dipendenti che alla data della sua pubblicazione non risultino più nei ruoli della Regione, includendo tutti coloro che sono stati ammessi all’espletamento della prova PEO concludendola e abbiano inviato la relativa domanda di partecipazione prevista dal bando.

PEO Progressione Economica Orizzontale del personale del comparto non dirigenziale della Regione Siciliana – art. 22 CCRL 2016-2018 GUIDA PER LE COMPILAZIONE DELLA DOMANDA

È stata pubblicata sul sito della Funzione Pubblica, nell’apposita sezione dedicata alla PEO, la GUIDA PER LE COMPILAZIONE DELLA DOMANDA.