Crea sito

Una domanda ricorrente. Si possono richiedere gli Assegni per il Nucleo Familiare arretrati?

assegno-nucleo-familiare12Con la circolare n. 110 del 17 aprile 1992, art. 21, l’Inps ha affermato che “Il diritto del lavoratore alla percezione dell’assegno si prescrive nel termine di cinque anni. Il termine di prescrizione decorre dal primo giorno del mese successivo a quello nel quale è compreso il periodo di lavoro cui l’assegno si riferisce. Le richieste per periodi arretrati possono quindi essere accolte limitatamente al periodo di cinque anni precedente il mese in cui viene formulata la domanda.

Quindi il lavoratore può richiedere gli arretrati dell’Anf fino a 5 anni indietro, anche se non si è più alle dipendenze dell’azienda.

Articoli correlati

Assegno nucleo familiare. Nuovi livelli di reddito

assegno-nucleo-familiare12I livelli di reddito familiare per la corresponsione dell’assegno per il nucleo familiare sono stati rivalutati in base alla variazione percentuale dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati tra l’anno 2012 e l’anno 2013, calcolata dall’Istat nella misura dell’1,1%.
I nuovi livelli reddituali, nonché i corrispondenti importi mensili della prestazione, da applicare nel periodo dal 1° luglio 2014 al 30 giugno 2015 alle diverse tipologie di nuclei familiari, sono disponibili nelle tabelle allegate alla circolare n. 76 del’11 giugno 2014.

Per scaricare le tabelle allegate alla circolare n.76 dell’11 giugno 2014 da applicare alle diverse tipologie di nuclei familiari, clicca su scarica le tabelle.

Assegno per il nucleo familiare: a chi spetta e per quali familiari

assegno-nucleo-familiare12L’assegno per il nucleo familiare è una prestazione di natura assistenziale, a sostegno delle famiglie dei lavoratori dipendenti e dei titolari di prestazione a carico dell’assicurazione generale obbligatoria dell’INPS, che abbiano un reddito complessivo al di sotto delle fasce stabilite ogni anno per legge. La sussistenza del diritto e l’importo dell’assegno dipendono dal numero dei componenti il nucleo familiare, dal reddito del nucleo familiare e dalla tipologia del nucleo familiare. L’assegno mensile spettante, percepito generalmente per il tramite del datore di lavoro, va individuato nelle apposite tabelle ANF….continua a leggere

Assegno per il nucleo familiare. Quesiti vari

La Ragioneria Generale dello Stato ha risposto ad alcuni quesiti del Fondo Pensioni Sicilia in merito alla corresponsione dell’assegno per il nucleo familiare nei casi di:

  • dipendenti autorizzati a vivere separatamente in seguito ad ordinanza del tribunale o separati legalmente, con avviso condiviso dei figli minori e con il coniuge privo di reddito;
  • dipendenti conviventi con altri soggetti e con prole;
  • nipoti in linea retta minori di età viventi a carico degli ascendenti;
  • rifiuto da parte del coniuge di sottoscrivere la dichiarazione di responsabilità.

Scarica il parere della Ragioneria Generale dello Stato sui quesiti

Assegni Familiari – Ecco i nuovi livelli di reddito

Definiti i livelli di reddito – con effetto dal 1° luglio fino al 30 giugno 2012 – per la corresponsione dell’assegno per il nucleo familiare (Anf). I nuovi valori sono indicati nella circolare Inps (Direzione centrale Prestazioni a sostegno del reddito) n.83, pubblicata ieri, 13 giugno. Serviranno a determinare gli importi giornalieri, settimanali, quattordicinali e quindicinali della prestazione.

(altro…)