Crea sito

Rigettati i Ricorsi ex art. 28 sui trasferimenti illegittimi. Ancora una volta la “giustizia” siciliana non è una scienza esatta!

Comunicato-20-marzo-2013.Palermo, 21 marzo 2013

Quello che si temeva è successo ancora una volta! I ricorsi ex art. 28 sui trasferimenti di personale fatti dall’Amministrazione regionale, illegittimamente e senza fissarne i criteri previsti dai contratti di lavoro, sono stati, incredibilmente, rigettati dalla Sezione Lavoro del Tribunale di Palermo.

Con provvedimento firmato dal Giudice Dante Martino, infatti, in data odierna, sono state depositate le motivazioni del rigetto che sembrano, a nostro avviso, essere carenti di reali contenuti ancorché non coerentemente rispondenti alle denunce di comportamento antisindacale presentate dal COBAS/CODIR e dal SADIRS.

Si ha, purtroppo, la sensazione di assistere a un film già visto: quanti giudici, infatti, possono essere disponibili ad accogliere ricorsi che determinerebbero svolte epocali sanzionando il mancato rispetto delle relazioni sindacali, come nel caso in specie, costringendo la pubblica amministrazione soccombente a dovere fare marcia indietro facendo rientrare nei propri posti di lavoro tutti i dipendenti illegittimamente trasferiti?

E’ vero: anche se la CGIL si è unita ad adiunvandum al ricorso proposto dai due sindacati autonomi e ferma restando la dura condanna verso una sentenza già scritta, è pure vero che tra le motivazioni che giustificherebbero il rigetto, secondo il giudice, vi sarebbe un “verbale sindacale sanatorio” sottoscritto, l’11 febbraio scorso, da UGL, CISL, UIL e la stessa CGIL.

COBAS/CODIR e SADIRS passeranno adesso alla protesta, riprendendo una capillare azione d’informazione e di denuncia pubblica sugli impegni assunti e non mantenuti dal governo, a incominciare dalla mancanza di una seria politica del personale: restituendo ai lavoratori regionali oggi esposti alla pubblica gogna come colpevoli di tutte le vere mancanze della politica e dei governi che si sono succeduti e delle leggi scellerate partorite dall’Ars. Sarà, inoltre, portata avanti una massiccia azione di denuncia su alcune materie scottanti che sembrano essere tabù come alcune materie oggetto di spropositate spese della regione a incominciare dagli affitti d’oro dei locali sede degli uffici della regione.

La prossima attività sindacale sarà tesa, infatti, al rilancio dell’attività amministrativa oggi paralizzata anche dalla spettacolarizzazione portata avanti dal presidente Crocetta, al quale ricordiamo che ilCOBAS/CODIR e SADIRS non hanno paura del cambiamento perché essi stessi rappresentano il vero cambiamento voluto dai lavoratori e dai cittadini e lo invitano ad avere maggiore rispetto di tutti i regionali il cui ruolo costruttivo e partecipativo non può essere cancellato in barba ai diritti costituzionalmente sanciti.

Pubblicato da benedettomineo

Dirigente sindacale Cobas/Codir

2 Risposte a “Rigettati i Ricorsi ex art. 28 sui trasferimenti illegittimi. Ancora una volta la “giustizia” siciliana non è una scienza esatta!”

  1. come vedi ogni tanto seguo il tuo blog. Poi commentiamo di presenza lunedì.
    Buona domenica.

I commenti sono chiusi.